Chi sono le persone che possono non avere il green pass? Ecco un’utile guida su come fare per ottenere l’esenzione dal vaccino, a chi richiederla e quanto dura.

Alcune persone potranno non avere il green pass. Dal ministero della Salute è arrivata un’apposita circolare in cui vengono precisate tutte le condizioni che possono esentare, in via temporanea o definitiva, alla vaccinazione contro il Covid-19.

Le persone affette da particolari patologie o che hanno sperimentato delle reazioni avverse dopo la prima dose del vaccino potranno dunque ottenere un documento che le esenta della vaccinazione, tuttavia continuerà ad essere obbligatorio il rispetto delle norme di prevenzione. Vediamo dunque chi può ottenere l’esenzione, a chi deve essere richiesta e quanto dura.

Chi può non avere il green pass

Sebbene a partire dal 6 agosto il green pass è diventato un documento indispensabile per poter accedere a diverse attività aperte al pubblico, alcune categorie di persone possono ricevere un documento che attesta l’impossibilità di accedere alla vaccinazione.

Al momento possono non vaccinarsi, in via temporanea o definitiva, alcune persone che hanno sperimentato delle specifiche condizioni:

  • grave reazione allergica dopo la prima dose: questa situazione costituisce una controindicazione alla somministrazione di un’ulteriore dose di vaccino, soprattutto se contiene gli stessi eccipienti;
  • gravidanza: nel caso in cui il medico ritenga necessario rimandare la vaccinazione sarà possibile ottenere un certificato temporaneo;
  • Sindrome di Guillain-Barré: per le persone che hanno manifestato questa sindrome dopo la prima dose di AstraZeneca non è raccomandata la seconda dose con lo stesso antidoto, il medico dovrà quindi valutare la vaccinazione con altro candidato;
  • Miocardite/pericardite: possibile esenzione anche per le persone che hanno manifestato queste condizioni dopo la prima dose di vaccini a mRNA;
  • persone affette da patologie rare o croniche incompatibili con la vaccinazione.

Chi rilascia il certificato di esenzione

chi bisogna rivolgersi per ottenere l’esenzione dal vaccino? Fino al 30 settembre le certificazioni potranno essere rilasciate da:

  • medici vaccinatori dei Servizi vaccinali;
  • medico di medicina generale;
  • pediatri di libera scelta;

I medici di famiglia e i pediatri possono rilasciare l’esenzione solamente se operano all’interno della campagna di vaccinazione anti Covid nazionale. Il certificato dovrà essere rilasciato in modo gratuito e dovrà contenere le informazioni anagrafiche del paziente, la dicitura “soggetto esente alla vaccinazione anti SARS-CoV-2. Certificazione valida per consentire l’accesso ai servizi e attività di cui al comma 1, art. 3 del DECRETO-LEGGE 23 luglio 2021, n 105”, la data di validità, timbro e firma del medico certificatore e il numero di iscrizione all’ordine o codice fiscale del medico certificatore.

Quanto dura l’esenzione

Nella circolare ministeriale viene inoltre precisato che le esenzioni alla vaccinazione Covid, al momento rilasciate solo in forma cartacea, “potranno avere una validità massima fino al 30 settembre 2021, salvo ulteriori disposizioni”.

L’eventuale proroga della scadenza, “sulla base delle valutazioni cliniche, verrà aggiornata quando sarà avviato il sistema nazionale per l’emissione digitale delle stesse per consentirne la verifica digitale”. Entro il 30 settembre le Regioni sono chiamate a rivedere le certificazioni già rilasciate aggiornandole con i criteri della nuova circolare.

Fonte: Money.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *