Lo staff ha spostato il suo letto in una stanza con una porta finestra, dalla quale ha potuto salutare gli sposi. La coppia: “Ci hai fatto il regalo più bello che potessi farci: esserci!”

 Il suo ultimo grande desiderio era partecipare al matrimonio di suo nipote o, quantomeno, essere con lui il giorno delle nozze. Date le sue condizioni, non si è potuto recare fisicamente alla cerimonia, ma l’hospice della Asl Bt di Minervino Murge in cui è ospitato ha fatto comunque in modo di esaudire il suo desiderio. E’ la storia di un nonno gravemente malato, Savino, e del suo nipote omonimo. Con la complicità di tutti gli operatori e nel pieno rispetto delle regole di sicurezza anti-Covid, giovedì 5 agosto, il giorno delle nozze, l’anziano è stato spostato in una stanza con una porta finestra dalla quale ha potuto salutare gli sposini.

Sulla pagina Facebook Azienda Sanitaria Locale BT, che ha raccontato la storia, è stata pubblicato il toccante biglietto che gli sposi hanno lasciato a Savino: “Ciao nonno, alla fine ce l’hai fatta, volevi esserci ad ogni costo e, in qualche modo, anche se non come speravamo, ci sei riuscito; hai mantenuto la promessa e ci hai fatto il regalo più bello che potessi farci: esserci! Perché, anche se non fisicamente, per sentirti vicino ci è bastato sapere che avresti lottato con tutte le tue forze per poter arrivare a questo giorno. Il nostro più sentito pensiero va a te, nonno! Savino e Maria”.

Fonte: tgcom24.mediaset

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *