Dal centro di Milano fino alla Svizzera a piedi. Ora è possibile farlo in totale sicurezza grazie all’apertura del nuovo tratto del Sentiero del Viandante da Lecco ad Abbadia Lariana.

Un intervento di sistemazione che ora rende completamente percorribile dagli appassionati di trekking, l’ intero cammino internazionale “Le Vie del Viandante”. Il percorso, lungo 220 kmcollega appunto il capoluogo lombardo alla Svizzera (San Bernardino) e si snoda attraverso la Valle Mesolcina, la Valchiavenna, il Lago di Como e il fiume Adda fino ad arrivare.

I lavori per rendere agibile il tratto di collegamento tra Lecco e Abbadia Lariana lungo 7 km, sono costati oltre 480 mila euro. All’inaugurazione questa settimana era presente anche Linus, direttore di Radio Deejay.

Un’inaugurazione, all’inizio della stagione estiva che proietta le aspettative degli amministratori pubblici della zona verso le potenzialità turistiche che il completamento del Sentiero potrà regalare al territorio.

“Questo sentiero – sottolinea il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni – rappresenta una risorsa di grande attrattività per il segmento del turismo lento e del trekking, una fonte di richiamo che sarà ancor più evidente con l’arrivo della prossima estate. Un completamento che concretizza l’itinerario Lecco-Abbadia, il collegamento con i Resinelli e con il parco dell’Adda in direzione Milano. Lecco rinforza, così, la sua posizione strategica sia per la ricettività sia per nuovi servizi di accoglienza e accompagnamento sportivo-culturali. Questa strada ci connette all’Europa”.

L’intervento era atteso da tempo in quanto tratto di strada oggetto dei lavori era da anni non percorribile.

“Questo storico itinerario – spiega il presidente dell’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste ERSAF Alessandro Fede Pellone -, che percorre l’intera sponda lecchese del Lario, fino a oggi partiva solo da Abbadia, in quanto il primo tratto, lungo circa sei chilometri, non era più praticabile da anni”.

“Le Vie del Viandante” rappresentano un grande itinerario internazionale di trekking: 220 km di sentieri di cui fanno parte, tra gli altri, la Via San Bernardino, la Via Francisca, la Via Spluga, la Via dei Monti Lariani, il Sentiero del Viandante, la Strada Regia e il Sentiero di Leonardo.

“Regione Lombardia – conclude l’assessore regionale agli Enti locali, montagna e piccoli comuni Massimo Sertori – ha creduto nel progetto, e, su richiesta del Capofila, ha autorizzato ERSAF alla realizzazione di questa parte dei lavori mettendo a disposizione i fondi necessari. Diventa così possibile raggiungere il confine svizzero partendo a piedi dal centro di Milano, percorrendo sempre in sicurezza e lontani dal traffico un itinerario affascinante lungo il Canale della Martesana, l’Adda, il Lago di Como e la valle Spluga fino al passo del San Bernardino”.

L’importo complessivo dell’intervento di sistemazione del tratto di collegamento, che ha coinvolto con la sottoscrizione di un apposito protocollo il Comune di Lecco, il Comune di Abbadia Lariana ed Ersaf, è stato di 485 mila euro, di cui 360 mila finanziati dal Programma di cooperazione “Interreg V-A Italia Svizzera 2014-2020”.

Fonte: mbnews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *