È morto oggi in discesa sul K2 lo spagnolo Sergi Mingote. L’alpinista catalano stava scendendo dal Camp 1 al Campo Base Avanzato quando è precipitato.

L’euforia della storica prima invernale del K2 è stata, purtroppo, di brevissima durata: a poche ore dall’annuncio della cima per 10 alpinisti Nepalesi arriva la devastante notizia che è morto in discesa Sergi Mingote, il 49enne alpinista spagnolo che stava tentando di salire la seconda montagna più alta della terra senza ossigeno supplementare.

Stando alla informazioni pubblicate da Chhang Dawa Sherpa dal Campo Base, Mingote è precipitato all’improvviso mentre stava scendendo dal Campo 1 (6050m) verso il Campo Base Avanzato.

Sempre Chhang Dawa Sherpa racconta “Alex Gavan, Tamara e altri due alpinisti polacchi lo hanno aiutato nel ABC, abbiamo mandato il team medico dal Campo Base ma purtroppo non siamo più riusciti a salvarlo. Siamo stati informati da un movimento inaspettato sul suo localizzatore GPS e abbiamo potuto vedere che era caduto, gli alpinisti sul posto hanno rapidamente confermato l’incidente, ma non abbiamo potuto fare molto per aiutarlo. Le nostre più sentite condoglianze.”

L’espertissimo alpinista catalano aveva al suo attivo sette ottomila senza ossigeno supplementare in tempi allucinanti: Broad Peak, K2 e Manaslu nel 2018, Lhotse, Nanga Parbat, Gasherbrum II e Dhaulagiri nel 2019, ai quali si aggiungono le salite dell’ Everest dal Tibet nel 2001 e dal Nepal nel 2003.

 

Fonte: Planetmountain

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *