Sto pensando ad un’Italia balorda e dittatoriale, esattamente così, vediamo perché:

Si fa nascere un governo giallo-rosso NON per governare il paese ma per evitare che Salvini e il cdx vadano al governo democraticamente scelti dal popolo votante.

Un primo ministro che ha governato con Salvini sconfessa ciò che ha fatto e firmato durante quella legislatura, già questo sarebbe davvero da impeachment.

Scoppia una pandemia e il presidente della regione Lazio insieme ai compari di sinistra ( solo compari perché se si risvegliasse Berlinguer li prenderebbe a calci in culo) si proiettano in un antirazzismo idiota e imbarazzante per chiunque abbia un minimo di cervello.

Conte, che meriterebbe un appellativo poco piacevole, fa incetta di mascherine per il governo ( a Bergamo, a Bergamo), di camici e disinfettanti e crea una zona medical privata per pochi intimi.

Non c’è un piano pandemico, c’è non c’è, insulti e causa tra i responsabili che tacciono e mentono mentre Speranza sa, non sa, fa finta di sapere e di non sapere.

Zingaretti, nel frattempo, commissiona una spesa, equivalente per cifra al MES, ad un’azienda di illuminazione elettrica che ha al suo attivo 2000 euro come ricavo annuale, stessa cosa ( soldi persi) per altri presidi mai arrivati.

Di Maio, evito il sostantivo perché non c’è, manda mascherine in Cina.

Convocato un CTS che di scientifico NON ha nulla, ne fanno parte un commercialista, un ginecologo, due medici mai conosciuti ( politici), e uno o due medichetti di ISS per nomina politica e con un indice di riconoscimento tra i ricercatori pari a poco più di 50 quando il minimo richiesto, per essere ricercatori e neanche scienziati, è pari e superiore a 100.

Unica chance per evitare i contagi, i primi ci sono per somaraggine, la chiusura totale del paese e conseguenti verbali che DEVONO essere pubblici e invece vengono nascosti e secretati.

Conte, non è nessuno e non si fida di nessuno e così, eliminando il Parlamento, va avanti con DPCM costituzionalmente discutibili se non irregolari e quando e se va in Parlamento porta regole blindate sulle quali non è possibile apportare modifiche.

Intanto cresce la paura di Salvini e si tenta la stessa strada percorsa per il cavaliere, si cerca di annientarlo NON alle urne ma in Tribunale, quel Tribunale che ha molto a che fare con Palamara, Lotti etc etc

Si fanno due ministri dell’istruzione, una quella che partecipa al concorso che ha bandito, che ottiene il posto di dirigente scolastica per sua stessa firma e che decreta i banchi a rotelle salvavita e salvanoia. L’altro ministro, quello all’università e alla ricerca si è dileguato, sparito.

Tontinelli, invece, si diverte su due ruote mentre i suoi penta amici hanno difficoltà con la geografia, Libia o Libano, e pure con la matematica visto che nominano ministro delle finanze un prof di storia e neanche quella sembrerebbe sapere; poi c’è il tunnel aperto da sempre e altre amenità. In concomitanza, tra aperture, chiusure, soldi che non arrivano, spariscono, diventano tasse mascherate da bighellonate da premier un po’ buzzurro e con la pochette e i gemelli alle 10 di mattina, beh, d’altronde è un ex bambino del Nazareth, anzi, ragazzo, il Nazareth ospitava ragazzi poco facoltosi ma con la volontà e qualche piccola amicizia, con la voglia di essere il principe Carlo.

Compaiono, strada facendo, tutti gli appartenenti al grande Club, taskforce di Colao e vari che guarda caso hanno rapporti intrecciati con un sacco di gente, nelle riunioni segrete del Club c’è la folla ma è blindata e da dentro non esce nulla, partecipano la Gruber, il giovane Feltri, Monti, Letta etc

Alle infrastrutture va una signora che non è riuscita a gestire nemmeno due aziende di pomodori pelati, andò in Tribunale per quello che combinò ma nessuno sembra ricordarlo, è una donna di Letta e nel gruppo delle società di Letta insieme ai ministri, parte dei ministri che oggi siedono al governo, e in rapporti ferrei con Autostrade e i Benetton.

Il ministro ex dj di Mazara scarcera o lascia che si scarcerino diversi personaggi, ne nasce uno scandalo ma Bonafede sta ancora al suo posto con tanto di mascherina e guanti per lavare il pavimento.

Conte nomina Arcuri, lui, quello di Invitalia, quello che diversi problemini ce li ha avuti tempo fa e tra lui e le mascherine, tra lui e i banchetti, tra lui e le siringhe, tra lui e l’Ilva si bruciano soldi a go go e parecchi vanno a? Ditte di ingegneria? Ditte petrolifere?

Conte e Di Maio che vanno da Haftar ( cosa vanno A far…)

In tutti questi giochini che non sono tutti, c’è il ministro della salute ( a vederlo dovrebbe pensare alla sua) che in piena pandemia scrive un libro, il ministro della salute non quello della cultura, la cultura di Franceschini è annegata a Bracciano.

Poi c’è Boccia, del Club, che comincia a contrastare le regioni governate dal cdx: la Lombardia, la Sardegna e la Calabria e se non ricordo male le femmine non hanno preso le difese della Santelli quando la maltrattavano.

Adesso c’è la crisi, la crisi c’è da quando questi sono nati e ritengo SIA UN INSULTO dire che GLI ITALIANI NON CAPISCONO LA CRISI, gli italiani la capiscono benissimo, oltre tutto quello che hanno capito c’è di più:

Perché tenersi la delega ai servizi? Caro Conte gli italiani hanno capito pure questo, sicuramente meno in deficit di te e di tutto l’entourage.

Credo sia Conte, credo sia il PD, credo siano i penta a Non aver capito che i 220 miliardi sono solo scritti e che ci saranno, forse, a tranches se si sarà capaci di fare dei progetti credibili e realizzarli nei tempi stabiliti e finora la UE, in 40 anni, i soldi per i progetti li ha sempre elargiti ma l’Italia li ha persi perché non è stata capace di elaborare e realizzare progetti fattibili e quindi non è dipeso dall’Europa ma dagli italioti. Chi ha fatto progetti ottimi ha ottenuto ottimi finanziamenti. Tra l’altro è UN PRESTITO da restituire in 35 anni e negli anni tassi e cose variano.

Un premier che non sale al colle a dimettersi, che cerca foto e circoli da piazza ( non c’è assembramento, non c’è covid), occhio che pure qualcun altro cercava il bagno di folla.

Adesso NON si deve andare ad elezioni e NON PERCHÉ NON SI POTREBBE, votano in 8 paesi d’Europa, NON VOGLIONO ANDARE ALLE URNE PERCHÉ NON VOGLIONO CHE GLI ITALIANI SCELGANO LIBERAMENTE SALVINI O MELONI.

Questa è la stessa robaccia di prima, non vogliono far votare gli italiani, NON vogliono che il cdx manéggi quello che ritengono il loro gruzzolo ( loro) e soprattutto NON vogliono che escano fuori le cose che hanno fatto in questo ultimo anno – da dicembre 2019 ad ora.

Un po’ come là Pelosi che gridava ai brogli quando ha vinto Trump e ora grida all’orrore ( notizie da stampa reperibili in rete) e la voglia di impeachment per Trump che così NON potrà ricandidarsi nel 2024.

Fuori Trump, fuori Salvini, fuori tutti! Per la democrazia!

Invece, a sinistra…soldoni, incarichi, intercettazioni…

Nel frangente…l’Italia muore, come morirà l’America e la Cina acquista.

L’OMS è un organismo politico in primis e la Cina ha fatto grandi investimenti e grandi strutture in uno dei paesi che hanno a che fare con qualcuno.

Io, vergognandomi di essere italiana, capisco benissimo la crisi, non capisco e non ho mai capito come Di Maio, che limona su uno yacht e sarebbe ed è stato da pedalò ( altro che papete) sia ministro degli Esteri, non capisco come Conte presieda il governo di uno Stato, non capisco come un popolo si faccia governare da un comico fallito, come Zingaretti sia ancora presidente di regione, non capisco come la Fedeli e la Azzolina siano ministre dell’istruzione ( penso ai precedenti e mi tremano i polsi a nominarli, che so Di Mauro), penso a come Speranza sia ministro alla salute, non capisco come un paese si faccia rappresentare da Toninelli, dalla De Micheli, da Fico che non ha mai consegnato un modello unico compilato con un tot.

Non capisco una cosa sola:

Come siamo arrivati così in basso, ma tanto in basso che nemmeno Dante avrebbe immaginato un inferno più profondo.

A ripropor le stalle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *