Il premier Conte ha scelto il Sud per trascorrere il suo 56esimo compleanno: lo ha fatto nel Paese dei suoi genitori.

E’ stato un compleanno blindato e segreto quello del premier Giuseppe Conte, che ha festeggiato in famiglia e in maniera molto riservata i suoi 56 anni. Il presidente del Consiglio, infatti, è tornato nella sua terra, in Puglia, per stare insieme alla sua famiglia. San Giovanni Rotondo lo ha accolto, così come i suoi genitori anziani, il padre Nicola, ex segretario comunale, e la mamma Lilliana.

Conte è nato nel 1964 a Volturara Appula, un paesino con poco meno di 500 persone al confine tra la Puglia e il Molise. Il piccolo centro abitato sorge sui monti della Daunia, nel nord-ovest della Puglia, ed è un territorio caratterizzato da diverse fonti minerali sulfuree e da alcuni corsi d’acqua, e particolarmente esposto ai venti di libeccio. Il nome del comune sembra derivare da vultur (“avvoltoio” in latino) col suffisso -ara a indicare un nome collettivo. Il significato sarebbe dunque “città (o zona) di avvoltoi”. La specificazione “appula” è un aggettivo indicante appartenenza all’Apulia (antico nome della Puglia).

Il premier ha scelto quindi per il suo compleanno la discrezione della sua terra d’origine, preferendo trascorrere l’intera giornata con la sua famiglia. E’ arrivato in Puglia già venerdì sera, e poco dopo il suo arrivo in paese si era già diffusa la notizia della sua presenza: “Non ho avuto conferme ufficiali ma tanti miei concittadini mi hanno detto di aver notato la scorta del premier” – le parole del sindaco di San Giovanni Rotondo, Michele Crisetti, riportate da La Repubblica. Ma gli auguri al presidente sono arrivati anche dal sindaco del suo paesino di nascita, Volturara Appula.

Conte era già stato in Puglia qualche settimana fa, per un weekend romantico con la sua compagna Olivia. Lui, infatti, è stato uno dei tanti “vip” ad aver scelto il Sud per rilassarsi qualche giorno in questa strana estate.

FONTE: Eccellenze Meridionali.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *