Dopo le gare già in programma di Monza e il Mugello, nel Mondiale 2020 arriva anche Imola. Dopo 14 anni, il circuito “Enzo e Dino Ferrari” riapre alla Formula 1: l’ultima volta ci fu la vittoria di Michael Schumacher. La gara si correrà nel weekend 30 ottobre-1 novembre. Si correrà anche a Portimao (Portogallo) e al Nürburgring (Germania). Cancellati i GP di Brasile, USA, Messico e Canada

Dopo Monza e il Mugello, anche Imola nel calendario del Mondiale di Formula 1 2020. La decisione ufficiale, annunciata attraverso un comunicato, arriva dopo settimane di trattative che riaprono le porte dell’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” al Circus a distanza di 14 anni dall’ultima gara lì disputata e che si concluse con la vittoria di Michael Schumacher. Il GP si disputerà nel weekend 30 ottobre-1 novembre. Oltre a Imola, ritorno della Formula 1 sul circuito del Nürburgring (9-11 ottobre) ed esordio a Portimao (23-25 ottobre)

Quando si correrà il GP di F1 a Imola?

Nel calendario attuale, e in attesa di ulteriori novità, Imola e altre due gare europee -Nürburgrin e Portimao – sono state inserite dopo dopo il GP di Russia, già confermato in precedenza per il weekend del 25-27 settembre: la gara dunque si correrà l’1 novembre.

Il calendario della Formula 1 2020 aggiornato: 

  • 3-5 luglio GP Austria (Spielberg)
  • 10-12 luglrio GP Stiria (Spielberg)
  • 17-19 luglio GP Ungheria (Hungaroring)
  • 31 luglio-2 agosto GP Gran Bretagna (Silverstone)
  • 7-9 agosto Gp 70° Anniversario (Silverstone)
  • 14-16 agosto GP Spagna (Barcellona)
  • 28-30 agosto GP Belgio (Spa- Francorchamps)
  • 4-6 settembre GP Italia (Monza)
  • 11-13 settembre GP Toscana Ferrari 1000 (Mugello)
  • 25-27 settembre GP Russia (Sochi)
  • 9-11 ottobre GP Eifel (Nürburgring)
  • 23-25 ottobre GP Portogallo (Portimao)
  • 30 ottobre-1 novembre GP Emilia Romagna (Imola)

Nella storia di Imola

La storia di Imola in Formula 1 è legata anche ad episodi molto dolorosi, quelli del Gran Premio del 1994, dove persero infatti la vita Roland Ratzenberger (sabato) e Ayrton Senna (domenica). Una sequenza di crash che in realtà ebbe inizio nel venerdì di libere con Rubens Barrichello, che rimase ferito, così come poi alcuni meccanici e  spettatori, coinvolti in incidenti verificatisi durante la gara.

 

Le caratteristiche del circuito

Lungo 4.909 metri, il tracciato presenta 17 curve. Negli ultimi anni è stato il teatro delle corse del Motomondiale e della Superbike, mentre, come detto, l’ultima volta della F1 risale al 2006. Inaugurato nel 1953, il record della pista per la massima serie automobilistica è di 1:20.411: fu stabilito da Schumi il 25 aprile del 2004. Come si legge sul sito ufficiale dell’autodromo “il circuito e le strutture annesse sono state oggetto di un piano di riqualificazione e di ammodernamento iniziato nel novembre 2006 e conclusosi nel settembre 2007, curato dal noto architetto tedesco Hermann Tilke, specializzato nella realizzazione di circuiti automobilistici”.

Fonte: https://sport.sky.it/formula-1/2020/07/24/f1-gp-imola-calendario-2020-ufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *