Non ce l’ha fatta Lorenzo Di Grigoli, il 28enne di Cammarata che nei giorni scorsi era andato in choc anafilattico dopo una puntura d’ape. Il giovane è morto dopo due giorni di coma all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta dove era stato trasportato in urgenza.

Il giovane era giunto in gravi condizioni in ospedale grazie ai soccorsi della fidanzata che si trovava in auto con lui quando è stato punto dall’insetto entrato dal finestrino aperto. È stata proprio la ragazza a portarlo al Pte raccontando che l’uomo ha avvertito subito un forte dolore accompagnato da problemi respiratori. Il medico di guardia ha contattato il 118 che ha inviato sul posto un elicottero da Caltanissetta con personale medico.

Il ventottenne, che era in arresto cardiorespiratorio, è stato ventilato, massaggiato, intubato e trasportato all’ospedale Sant’Elia dove è stato ricoverato. Ma Lorenzo non ce l’ha fatta e dopo due giorni ha smesso di respirare lasciando nello sconforto la comunità di Cammarata.

“Cammarata piange per la tragica perdita di Lorenzo: ragazzo brillante, pieno di vita ed amico di tutti. La città si stringe al dolore dei genitori e familiari tutti”. Così, sui social, il sindaco di Cammarata Vincenzo Giambrone annuncia la morte di Lorenzo Di Grigoli.

 

Fonte: https://agrigento.gds.it/articoli/cronaca/2020/06/14/morto-per-la-puntura-di-unape-cammarata-piange-lorenzo-di-grigoli-b8ee85f5-cf38-495e-a4ac-43901bb274c4/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *