Ha scavato fra le macerie di Amatrice e fondamentale nel caso di Alessandro Neri. Tanti i messaggi di cordoglio sui social

PESCARA. E’ stato fondamentale nella ricerca delle persone scomparse. Ha salvato vite umane, ora è lui ad arrendersi. E’ morto Aaron, il cane rottweiler conosciuto fin dal terremoto di Amatrice. Era addestrato come tutor nella ricerca di persone scomparse e nella riabilitazione comportamentale di altri cani.

Il suo conduttore Francesco Sacco ha annunciato la sua morte su Fb raccogliendo subito tanti commenti e messaggi di cordoglio. “Ci mancheranno la sua tenacia, la sua forza, la sua tempra, la sua simpatia”, scrive il tesoriere dell’associazione K9 presieduta proprio da Franceco Sacco. “Un amico, un collega, un eroe, un membro della mia famiglia. Vicini fino all’ultimo momento, due cuori che battevano all’unisono, sei zampe per aiutare gli altri, eri la parte migliore di me”, è un altro messaggio.

Numerosi gli interventi in cui Aaron si rivelato di prezioso aiuto. Si è rivelato fondamentale ad esempio nel ritrovamento del cadavere di Alessandro Neri _ giovane di Pescara sul cui omicidio è ancora aperta l’inchiesta _ seguendo 12Km di traccia e tagliando tutta la città. L’ultimo suo intervento risale a novembre 2019 quando ha consentito che venisse ritrovato lo scomparso Elso Tornincasa.

Fonte: https://www.ilcentro.it/pescara/e-morto-aaron-il-cane-eroe-che-ha-trovato-tanti-scomparsi-1.2402634

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *