Se da un lato le ordinanze comunali e regionali che puntano a vietare la plastica monouso sulle spiagge italiane vengono sospese dai Tribunali amministrativi, dall’altra continuano le iniziative private che puntano a mantenere le spiagge italiane pulite, libere da plastica e mozziconi di sigarette.

Sono infatti sempre di più le aziende e gli stabilimenti che offrono un caffè o un bicchiere di birra ai a cittadini e ai turisti che decidono di impegnarsi a ripulire le spiagge o a non sporcarle.

L’ultima proposta arriva dalla Sardegna, dove i litorali saranno coinvolti nell’apeririciclo, una campagna di sensibilizzazione contro i rifiuti abbandonati sulle spiagge.

Durante l’orario dell’aperitivo – dalle 18,00 alle 20,00 – nella settimana di ferragosto, in cinque lidi sarà possibile chiedere un secchiello per raccogliere i rifiuti trovati lungo le spiagge.
Il secchiello colmo di immondizia e riconsegnato al lido darà diritto a una coppa di gelato gratis.

La coppetta sarà offerta dall’azienda sarda Bolmea che regalerà tre gusti a scelta a tutti coloro che si impegneranno a raccogliere plastica, mozziconi di sigaretta, cartacce e altri rifiuti abbandonati nella sabbia.

 

Gelato gratis in cambio dei rifiuti raccolti

Cinque i chioschi e i bar dove sarà possibile ritirare e consegnare il secchiello in cambio della “coppetta del riciclo”:

  • Chiosco l’Onda presso la spiaggia San Pietro a Valledoria
  • Chiosco La Rena nella spiaggia Li Feruli a Trinità d’Agulto
  • Chiosco Mari di Cea sulla spiaggia di Baia Cea Tortolì
  • Chiosco Ale Summer a Porto Rotondo presso la spiaggia Ira
  • Bar Atacama presso l aTerza Spiaggia a Porto Istana

Il fondatore di Bolmea, Marcello Muntoni, ha spiegato così l’iniziativa:

Con questa iniziativa vogliamo promuovere tra i nostri partner e i nostri consumatori il rispetto dell’ambiente e del nostro territorio da cui ogni giorno raccogliamo le migliori materie prime per i nostri prodotti.
I nostri gelati, infatti, sono realizzati utilizzando come ingredienti solo eccellenze territoriali come il latte fresco al 100% sardo, così come la panna, lo yogurt, la ricotta e l’acqua delle sorgenti locali dei Monti del Limbara.
Bolmea, per questo, è impegnata sin dal primo giorno a ridurre al minimo l’impatto ambientale, come dimostra ad esempio la scelta del nostro packaging, realizzato totalmente in cartone alimentare riciclabile

Un’ottima iniziativa per cercare di rimediare alle tonnellate di rifiuti che ogni giorno raggiungono le nostre spiagge e i nostri mari, mettendo in serio pericolo la flora, la fauna e la nostra salute.

 

Fonte: www.greenme.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *