Il sindaco di Forza Italia dichiara: “Ho revocato le deleghe, Nunzi fuori dalla giunta”

VITERBO – Claudia Nunzi non è più assessore della Giunta  targata Giovanni Arena…  non solo,  perde anche il posto in consiglio comunale in quanto si è dovuta dimettere perché le due figure, assessore e consigliere, sono incompatibili.

Poco dopo le 12 ha firmato la revoca delle deleghe della Nunzi che ora è fuori dalla giunta.

Ecco un post su Facebook, in risposta al primo commento a caldo della ex esponente della Lega  che “fotografa” a pieno il trascorso:

……

Cara Claudia, sei una brava ragazza e seria in quel che fai, ma lasciatelo dire senza troppi giri di parole: ti sei fatta fregare alla grande. Dopo tutti gli anni che hai passato a gironzolare intorno alla gente di medioera avresti dovuto capire come ragionano e come agiscono, ti sei fatta mettere in mezzo in una guerra di potere ed una vendetta del caro Mauro, che non ha fatto altro che farti entrare tra le loro fila per “farti sparire”. Loro si prendono le tue preferenze in vista delle europee, il sindaco va in crisi, FdI esce rafforzata e l’unica che ci rimette sei tu: fatta fuori e a casa. Dopo le europee ti hanno promesso che con il rimpastone ti ridaranno l’assessorato? Staremo a vedere.
Nel frattempo: il messaggio di Rotelli rileggilo bene, non è da rispondere “grazie” perché si tratta di un commiato nei tuoi confronti. Secondo: dici che solo cambiando casacca avresti potuto continuare a fare per Viterbo: i fatti ti hanno smentito. Sei senza assessorato e senza deleghe, non puoi più fare niente fino alle europee (forse). L’unico modo per continuare a fare del bene per Viterbo avresti dovuto fare l’unica cosa giusta da fare: restare con la tua squadra, perché senza la Lega non avresti mai avuto una casa in cui poter fare niente, tantomeno una sedia. I panni sporchi si lavano in casa, non andando a piangere da terze persone, tantomeno lasciando la propria casa per la prima bandierina che ti sventolano davanti. Se quello che ti preme tanto è “fare per Viterbo” inizia a parlare dei meriti del tuo assessorato al plurale e non in prima persona, perché da soli – in generale nella vita, ma ancora di più in un ruolo di amministrazione – non si fa proprio niente. Ma probabilmente quello che ti preme di più non è Viterbo, ma la tua stessa persona e i tuoi interessi personali (rispettabile e legittimo, ma parliamo di altro).
Forse è ora che torni a fare le magliette, perché la politica ti ha già bruciato senza che te ne rendi conto.

…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *